Calisthenics vs bodybuilding: cos’è meglio?

calisthenics vs bodybuilding

In questo articolo puoi scoprire quali sono le differenze tra Calisthenics e Bodybuilding, due discipline che sembrano (e sono effettivamente) opposte.

Vediamo quali sono i vantaggi di una e dell’altra, e i relativi svantaggi, per capire quale delle due può piacerti di più come tipo di allenamento.

Calisthenics vs Bodybuilding: cos’è meglio?

Nessuna di queste discipline è migliore dell’altra, perché entrambe hanno punti forti e punti deboli. Quale scegliere dipende sostanzialmente dai propri obiettivi personali e dai proprio gusti in ambito di allenamento.

Calisthenics

pettorali scolpiti

Il Calisthenics è una disciplina nata per allenarsi con il minimo indispensabile, utilizzando solamente il proprio corpo come resistenza.

Ad oggi utilizzare ”Calisthenics” come termine generico per indicare la propria metodologia di allenamento è un po’ fuorviante, data la grande varietà di discipline che si celano dietro a questo nome:

  • Allenamento Skill, 
  • Allenamento Streetlifting, 
  • Allenamento Endurance, 
  • Allenamento Freestyle
  • Allenamento Streetworkout.

L’allenamento Skill (abilità) è basato su allenamenti che comprendono le figure della ginnastica artistica, posizionando il proprio corpo nello spazio seguendo regole ben precise, come ad esempio la verticale o il front lever. L’allenamento prevede progressioni sui parametri allenanti e propedeutiche per raggiungere la Skill “finale”. Di solito si bypassa l’allenamento degli arti inferiori, in quanto il rapporto tra la muscolatura del lower body e tra quella dell’upper deve essere a favore di quest’ultimo per avere la massima performance possibile.

L’allenamento Streetlifting è basato sull’utilizzare gli esercizi più ipertrofici del corpo libero come muscle up, trazioni, dip e squat. Vengono utilizzati anche una vasta gamma di esercizi di potenziamento complementari, per colmare possibili carenze muscolari nei distretti interessati. Lo streetlifter prende esempio (anche se per obiettivi diversi) dal bodybuilder per la capacità di arrivare al giorno della competizione con meno grasso possibile per essere più performante nell’esercizio di potenza caratteristico dello sport: il muscle up.

L’allenamento Endurance ha come scopo quello di diventare il più resistente possibile negli esercizi principali del Calisthenics. Gli atleti di Endurance di solito allenano trazioni, dip, push up, handstand push up e squat come esercizi principali. Gli atleti possono utilizzare una vasta gamma di varianti e di esercizi con i pesi, per compensare le carenze muscolari, anche se la specificità del gesto fa da padrona.

L’allenamento Freestyle comprende una serie di movimenti e di ”acrobazie” eseguite alla sbarra o alle parallele. Non è molto praticato, dato l’elevato rischio infortuni ma meritava di essere citato come branca dell’allenamento a corpo libero.

L’allenamento Streetworkout si intende l’allenamento degli esercizi di base dello Streetlifting senza zavorre. Questo allenamento ha origine nei parchi all’aperto, dove per allenarsi ci si muoveva solo con il proprio corpo come resistenza. Non vi è un vero e proprio studio di carenze muscolari e di calcolo della percentuale di massa grassa (come nello Streetlifting) data la natura stessa dello sport. Si potrebbe dire che per molti aspetti, lo Streetlifting è l’evoluzione dello Streetworkout.

Bodybuilding

metodo hatfield

Il Bodybuilding è uno sport in cui l’atleta cura e modella il proprio corpo per arrivare al giorno della competizione con la massima massa muscolare possibile e con la minor percentuale di massa grassa possibile. La competizione ha luogo su un palcoscenico in cui gli atleti vengono giudicati da una giuria atta a valutare la preparazione fisica dei partecipanti.

Gli atleti tramite una serie di pose devono sembrare più muscolosi possibili, sfruttando le luci del palco a proprio favore. Posare correttamente per nascondere i propri difetti e per enfatizzare i proprio punti forti è veramente complesso e richiede molto tempo.

Il bodybuilding condiziona molti aspetti della vita di un atleta, dato che il controllo alimentare deve essere lucido e sostenibile durante tutta la preparazione.

Gli allenamenti ad oggi, non hanno particolari focus su certi esercizi, dato che in competizione conta il risultato estetico e non prestazionale. Di conseguenza bisogna scegliere in modo logico i multiarticolari complessi instaurando una progressione sensata dei carichi, per poi selezionare a rotazione i multiarticolari più semplici e i monoarticolari.

Calisthenics e Bodybuilding a confronto: pro e contro

I vantaggi del Calisthenics riguardano la bassa richiesta di attrezzature: basta solamente una sbarra e al massimo un paio di parallele. Inoltre si può fare affidamento come mezzo di allenamento al proprio corpo, utilizzandolo come unica resistenza e questo è un grande vantaggio per chi ha poco spazio/tempo per allenarsi. Ci sono inoltre moltissime propedeutiche per imparare gli esercizi e questo garantisce mesi e anni di lavoro costante con obiettivi tangibili nel tempo.

Tra gli svantaggi del Calisthenics, non è detto che questi obiettivi vengano raggiunti da tutti, in quanto nelle skill il leveraggio soggettivo e la distribuzione del peso tra upper e lower body hanno un ruolo cruciale. Alcune persone potrebbero rimanere bloccate per anni nel tentativo di raggiungere una skill complessa. Il Calisthenics non è una disciplina volta allo sviluppo dell’ipertrofia e di conseguenza non è consigliabile a chi mira ad uno sviluppo armonico del proprio corpo.

VANTAGGI SVANTAGGI
Bassa richiesta di attrezzatura

Possibilità di allenarsi ovunque

Obiettivi tangibili nel tempo

Sviluppo muscolare discreto

Progressioni e propedeutiche potrebbero demotivare per la loro difficoltà

Sviluppo ipertrofico nettamente inferiore ad altre discipline

Potrebbe volere molto tempo per raggiungere risultati

Carenza di sviluppo degli arti inferiori

Per quanto riguarda i vantaggi del Bodybuilding sicuramente ottimizza lo sviluppo ipertrofico. Il lavoro con sovraccarichi è sicuramente sostenibile ed adattabile nel tempo. I risultati a cui si può ambire sono quindi sia estetici che prestazionali in quanto gli atleti life time drug free di Bodybuilding sono anche molto forti negli esercizi multiarticolari. L’allenamento della forza è un parametro fondamentale, che la mentalità doped negli anni ha sempre cercato di insabbiare.

Tuttavia il bodybuilding è uno sport in cui la sostenibilità sia  dal punto di vista di allenamento sia dal punto di vista alimentare deve essere al primo posto. Ha quindi senso utilizzare esercizi che diano una reale motivazione di miglioramento tecnico e prestazionale all’atleta.

VANTAGGI SVANTAGGI
Sviluppo ipertrofico elevato

Sostenibilità

Si possono ricercare risultati sia estetici che prestazionali

Lavoro mirato dei punti carenti e delle carenze di forza

Richiesta di attrezzatura

La mentalità doped si è diffusa ovunque

Richiesta di un certo tipo di disciplina anche fuori dalla palestra

Monotonia degli esercizi

Cosa e come scegliere tra Calisthenics e Bodybuilding?

Non c’è una vera e propria risposta a questa domanda in senso assoluto: dipende da tanti fattori soggettivi, come:

  • disponibilità economica,
  • preferenze,
  • tempo a disposizione,
  • risultati che cerchi.

Dipende soprattutto da quello che ti piace di più, dato che i risultati li avrete solamente ricercando un allenamento sostenibile nel tempo e che ti appassioni, facendoti avere voglia di allenare anche quando sei stanco o con mille pensieri.

Se vuoi concentrarti sullo sviluppo del tuo corpo in modo armonico, diventando forte ed estetico, scegli il Bodybuilding. Se invece ti interessa raggiungere ed allenare le skill, senza particolari mire di miglioramento ipertrofico, scegli il Calisthenics.

4.8/5 - (63 votes)

Andrea Cavazzoni

Andrea Cavazzoni, laureato scienze motorie e preparatore in Streetlifting e Calisthenics. Agonista dal 2018 e decennale esperienza in allenamento. Maggiori informazioni