Le carni proteiche con più proteine

carni proteiche valori nutrizionali per la dieta

Le proteine fanno parte di una dieta equilibrata e possono essere ricavate dalle carni proteiche. Sia le carni rosse che le carni bianche, guardando i valori nutrizionali, sono considerati alimenti ricchi di questo macronutriente, anche se alcune ne contengono di più rispetto ad altre. A prescindere dalla tipologia scelta, purchè sia fresca, la carne resta un ottimo alimento proteico dalle elevate proprietà edonistiche, dal contenuto di aminoacidi ad alto valore biologico (proteine nobili), dalla presenza di minerali (soprattutto ferro, zinco) e vitamine (specialmente B12, tiamina, niacina, riboflavina).

Quali sono le carni più proteiche?

La carne fresca, che altro non è che tessuto muscolare, in media ha un contenuto proteico pari al 20%; il restante peso è fornito principalmente dall’acqua (70-75%) e in parte da lipidi (2-10%) e da tracce di carboidrati e minerali. Una composizione molto differente rispetto alla media delle proteine vegetali (per approfondire: proteine animali e vegetali: quali scegliere?).

Dal punto di vista nutrizionale le carni vengono classicamente suddivise in:

  • rosse: bovino adulto, vitello, maiale, agnello, montone, cavallo, capra;
  • bianche: pollo, tacchino, coniglio.

Quale di questa è più proteica? E’ comune pensare che le carni bianche siano nutrizionalmente più valide rispetto a quelle rosse, che sono, invece, più “famose” per il contenuto di grassi (le proteine animali fanno male?).

In realtà, non è così: il colore della carne non dice nulla sulla composizione nutrizionale! Il colore, infatti, dipende soprattutto da come viene allevato l’animale e i parametri qualitativi dipendono dalle caratteristiche intrinseche dell’animale (specie, razza, sesso,…), dalle tecniche di allevamento e di alimentazione. Per comodità, sono comunque termini comunemente utilizzati.

Sia la carne rossa che quella bianca sono ottime fonti proteiche che possono far parte di una dieta proteica e non solo e possono contenere anche più di 20 g proteine per 100 g di alimento. La carne bianca ha una percentuale proteica leggermente maggiore (23-32%) rispetto a quella rossa (19-25%) – fanno eccezione la carne dell’oca e della rana che invece hanno un contenuto proteico del 16%.

Tuttavia, non c’è da fare così tanta differenza per il contenuto proteico tra le carni “rosse” e quelle “bianche”: la differenza tra il consumo di una carne o di un altra, considerando la quantità proteica assunta ogni giorno, risulta poco rilevante nel caso di un’alimentazione varia e che alterna le fonti proteiche.

Carni magre proteiche

carni proteiche e carne rossa

Per carne magra (vedi anche: proteine magre) si intendono tutte le carni la cui frazione lipidica è uguale o minore al 5%. Come accennato prima, il colore della carne non ne definisce le proprietà nutrizionali: una carne “bianca” non necessariamente è magra e una “rossa” non è per forza grassa. In questa tabella delle carni magre, infatti, sono comprese sia carni rosse che bianche.

Le carni più povere di grassi e, quindi, anche meno caloriche, sono:

  • petto di pollo (1 g),
  • fesa di bovino adulto (2 g),
  • tacchino intero senza pelle (2.4 g),
  • coscio di vitello (2.5 g),
  • sottofesa di bovino adulto (2.6).
Carne (100 g) Proteine (g) Grassi (g) Energia (kcal)
Agnello, coscio 20 2.5 102
Bovino adulto o vitellone, fesa 22 2 103
Bovino adulto o vitellone, filetto 20.5 5 127
Bovino adulto o vitellone, girello 21 3 110
Bovino adulto o vitellone, lombata 22 5 134
Bovino adulto o vitellone, sottofesa 22 2.6 111
Bovino adulto o vitellone, tagli posteriori 21.5 3.4 117
Capretto 19 4 113
Coniglio intero 20 4 118
Fagiano 24 5 144
Faraona, coscio, con pelle 24 4 133
Faraona, coscio, senza pelle 24 3 127
Pollo, intero, senza pelle 19 4 110
Pollo, petto 23 1 100
Tacchino intero, senza pelle 22 2.4 109
Tacchino, fuso, senza pelle 18 4.6 113
Vitello, filetto 21 3 107

Fonte: tabella di composizione degli alimenti CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, ente nazionale di ricerca)

Guida PDF gratuita

Guida completa proteine

Scopri qual è il fabbisogno proteico, i vantaggi e i luoghi comuni sulle proteine.

Guida Proteine ProjectInVictus

Iscrivendoti, accetti la condivisione con la piattaforma di gestione mail Mailchimp (privacy policy).
Altre info nella nostra privacy policy.

 

Carni bianche proteiche

carni proteiche: carne bianca

Le carni definite bianche comprendono il coniglio, il pollo e il tacchino e il contenuto di proteine varia, anche se di pochi grammi, a seconda della parte considerata. Il range di proteine apportate dalla carne bianca corrisponde a 23-32 g per 100 g di alimento: sono un’ottima fonte di aminoacidi.

Le carni più proteiche (con 30 g o poco più) sono:

  • Pollo, ala, con pelle, cotta al forno (32 g)
  • Pollo, fuso, senza pelle, cotto al forno (30 g)
  • Pollo, fuso, con pelle, cotto al forno (31 g)
  • Pollo, petto, cotto in padella (30 g)
  • Tacchino, fesa, cotta al forno (30 g)
  • Tacchino, fuso, senza pelle, cotto al forno (30 g)

Se viene mangiata anche la pelle, la carne avrà un contenuto di grassi maggiore (la pelle è fonte di lipidi) e, quindi, anche un maggior apporto calorico.

Alimento (100 g) Proteine (g) Grassi (g) Energia (kcal)
Coniglio intero cotto 28 6 166
Pollo, ala, con pelle, cotta al forno 32 17 283
Pollo, fuso, senza pelle, cotto al forno 30 6 175
Pollo, fuso, con pelle, cotto al forno 31 8.5 201
Pollo, intero, con pelle, cotto al forno 27 10 200
Pollo, intero, con pelle, cotto arrosto 28 15 245
Pollo, intero, senza pelle, cotto al forno 28 5 160
Pollo, intero, senza pelle, cotto arrosto 29 10 206
Pollo, petto, cotto in padella 30 1 129
Pollo, sovracoscio, con pelle, cotto al forno 27 12.5 219
Pollo, sovracoscio, senza pelle, cotto al forno 28 8 188
Tacchino intero, senza pelle, cotto al forno 23 3 117
Tacchino, fesa, cotta al forno 30 1 131
Tacchino, fuso, con pelle, cotto al forno 27 9 191
Tacchino, fuso, senza pelle, cotto al forno 30 7 182

Fonte: tabella di composizione degli alimenti CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, ente nazionale di ricerca)

Carni meno (poco) proteiche

Le carni con meno proteine sono quelle dell’oca e della rana, che contengono 16 g di protidi. Anche se il contenuto proteico è simile, gli altri valori nutrizionali differiscono in modo sostanziale: l’oca è una carne molto più grassa rispetto a tutte le altre (34 g), mentre quella di rana non contiene grassi se non in tracce (0 g). Questa differenza di composizione si riflette anche, di conseguenza, nella quantità di calorie che è in grado di fornire l’alimento.

A parte queste due “eccezioni”, tendenzialmente anche meno consumate rispetto ad altri tagli di carne, seguono le carni che contengono circa 20 g di proteine – non è propriamente corretto definirle “poche proteine”, perchè è comunque una quantità elevata, ma messe a confronto con quelle più proteiche bianche (30 g) risultano meno proteiche. E’ il caso di: agnello, anatra, bovino, capretto, gallina, maiale, piccione, filetto di vitello.

Guida PDF gratuita

Guida completa sulle proteine

Scopri qual è il fabbisogno proteico, i vantaggi e i luoghi comuni sulle proteine.

Guida Proteine ProjectInVictus

Iscrivendoti, accetti la condivisione con la piattaforma di gestione mail Mailchimp (privacy policy).
Altre info nella nostra privacy policy.

Approfondisci le conoscenze su "Alimenti" con:

Project Nutrition seconda edizione copertina

Project Nutrition – 2nd Edizione – Il libro della nutrizione

Libro sull’alimentazione

 39,90 Aggiungi al carrello
come imparare a gestire i carboidrati

Ebook come gestire i carboidrati

Come imparare a gestire i carboidrati

 23,00 Aggiungi al carrello

Lucia Ienco

Ha conseguito laurea triennale in Biotecnologie e magistrale in Scienze dell'Alimentazione. E' articolista inVictus e atleta agonista di pesistica. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy