Il cioccolato fondente fa ingrassare?

cioccolato fondente fa ingrassare

Il cioccolato fondente è considerato un alimento funzionale ricco di sostanze nutritive. Viene prodotto a partire dai semi di cacao della pianta Theobroma Cacao L. È molto calorico ed è composto prevalentemente da zuccheri e grassi. In virtù della sua composizione nutrizionale, spesso non sappiamo se consumarlo e con quale frequenza.

Scopriremo insieme se il cioccolato fondente fa ingrassare o dimagrire e ci soffermeremo sulle ultime evidenze scientifiche che, facendo un piccolo spoiler, sono molto favorevoli al suo consumo nella giusta porzione.

Non a caso, il significato della parola Theobroma Cacao è cibo degli dèi!

Il cioccolato fondente fa ingrassare o dimagrire?

cioccolato fa ingrassare

Il cioccolato fondente può farti ingrassare se ne consumi una quantità non adatta al tuo bilancio calorico, ma come già saprai questo vale per tutti gli alimenti! In questo caso è necessario prestare più attenzione perché ci troviamo di fronte ad un alimento ipercalorico.

Per conquistarsi il nome di cioccolato fondente, la quantità minima di cacao dev’essere del 43% fino ad arrivare al 100%. Diversi studi affermano che il consumo di cioccolato fondente, con una percentuale di cacao superiore al 70%, abbia numerosi benefici.

I benefici derivano dalla presenza di diverse sostanze bioattive contenute nel cacao:

  • Polifenoli: catechine (37%), proantocianidine (58%) e antocianidine (4%), sono molecole con proprietà antiossidanti, in grado di proteggere le cellule dai danni provocati dai ROS (radicali liberi dell’ossigeno). 
  • Metilxantine: caffeina e teobromina, queste molecole hanno effetti stimolatori sul sistema nervoso;
  • Minerali: potassio, selenio, magnesio, sodio, rame, calcio, fosforo;
  • Vitamine: tiamina, niacina, riboflavina, piridossina, acido pantotenico, acido ascorbico, vitamina A ed E.

In uno studio randomizzato pubblicato su Nature, metà dei partecipanti hanno consumato 100 g di cioccolato fondente e l’altra metà 100 g di cioccolato al latte. È emerso che chi aveva consumato cioccolato fondente si sentiva più sazio. 

Ma a che cosa è dovuto questo maggior senso di sazietà?

Secondo questo studio, il maggior contenuto di burro di cacao del cioccolato fondente, ritarda il tempo di transito intestinale, ciò causerebbe un aumento del rilascio di ormoni gastrointestinali che regolano l’appetito, come: 

  • Colecistochinina (CCK): ormone secreto dal duodeno dopo un pasto, soprattutto se ricco di grassi;
  • Peptide YY (PYY): ormone prodotto dalla mucosa intestinale che riduce l’appetito agendo sull’ipotalamo;
  • Glucagon-like peptide 1 (GLP-1): ormone prodotto dall’intestino in seguito ad un pasto ricco di glucidi che stimola la secrezione di insulina e inibisce la secrezione di glucagone;

In base ai risultati del suddetto studio, il cioccolato fondente sembra promuovere il senso di sazietà riducendo il desiderio di mangiare ulteriormente sia dolce o salato. Nonostante le ottime premesse, le circostanze in cui introduci il consumo di cioccolato fondente sono fondamentali:

  • Se sei in ipocalorica e nelle calorie rientra il cioccolato fondente potrai consumarlo senza particolari problemi, anzi molto probabilmente non cederai al consumo di alimenti più dolci e la tua dieta sarà più sostenibile nel tempo;
  • Se sei in surplus calorico rispetto al tuo fabbisogno, ingrasserai sia consumando cioccolato fondente, cioccolato al latte o qualsiasi altro alimento.

Guida PDF gratuita

Dieta - Guida completa

Scopri i principi del dimagrimento e due approcci efficaci per dimagrire senza fallire.

Ricevi consigli utili sull'alimentazione.

Dieta Guida ProjectInvictus

Di cosa ti occupi in ambito Fitness? *

 

Quanto cioccolato fondente mangiare per non ingrassare a dieta?

cioccolato

Secondo la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) la porzione di cioccolato fondente è di 30 g, ma è considerata voluttuaria. Per poterlo consumare tutti i giorni è consigliabile non superare i 10-20 g al giorno

Ricordati di leggere attentamente l’etichetta nutrizionale per assicurarti che sia presente una buona percentuale di cacao e che non vi siano grassi vegetali aggiunti dallo scarso valore nutrizionale. 

È bene considerare anche la presenza/assenza di altri fattori nella tua quotidianità per non ingrassare:

  • Attività fisica e allenamento,
  • Stile di vita,
  • Abitudini alimentari.

Il cioccolato fondente è migliore di quello al latte?

cioccolato fondente fa ingrassare

Il cioccolato si ottiene mescolando la pasta di cacao con zucchero, burro di cacao, aromi e latte in concentrazioni variabili a seconda del prodotto. Tutti gli ingredienti presenti apportano una notevole quantità di calorie. Gli zuccheri e i grassi contenuti nel cioccolato sono complementari, ciò significa che:

  • Nel cioccolato fondente: diminuisce la percentuale di zuccheri ed aumenta la percentuale di grassi (burro e pasta di cacao), non è presente il latte;
  • Nel cioccolato al latte: diminuisce la percentuale di grassi ed aumenta la percentuale di zuccheri ed è presente il latte. 

Ne consegue che entrambi abbiano una densità calorica elevata (circa 550-600 kcal/100g) e che il loro abuso possa farti ingrassare. 

Tuttavia, a livello di benefici il cioccolato fondente batte senza ombra di dubbio il cioccolato al latte. Il motivo è facilmente intuibile ed è dato dal maggior contenuto di cacao, acidi grassi, flavonoidi e l’apporto più basso di zuccheri! 

Diversi studi clinici hanno evidenziato che il consumo di cioccolato con un’alta percentuale di cacao (almeno 70%) ha degli effetti positivi sul nostro organismo, quali:

  • Riduzione dell’insulino-resistenza: data dal cacao e dai polifenoli;
  • Miglioramento della funzione endoteliale: un endotelio disfunzionale può favorire la patogenesi dell’aterosclerosi;
  • Riduzione della pressione arteriosa: i polifenoli contenuti aumentano la produzione di NO (ossido nitrico) che favorisce la vasodilatazione;
  • Riduzione della colesterolemia: diversi studi su soggetti affetti da ipercolesterolemia hanno confermato che il consumo di cioccolato fondente riduce il colesterolo LDL; 
  • Azione antiossidante e antinfiammatoria: data dal contenuto in polifenoli che difendono l’organismo dalla degenerazione cellulare;
  • Miglioramento dell’umore: grazie al contenuto di triptofano, precursore della serotonina. 

Guida PDF gratuita

Dieta - Guida completa

Scopri i principi del dimagrimento e due approcci efficaci per dimagrire senza fallire.

Ricevi consigli utili e pratici via mail sull'alimentazione.

Dieta Guida ProjectInvictus

Di cosa ti occupi in ambito Fitness?

 

Note sull’autrice: Valentina Idà

Laureata triennale in Scienze Motorie e attualmente studentessa magistrale in Scienze della Nutrizione Umana. Da sempre interessata all’alimentazione e al fitness ha scelto di coniugare le sue due passioni e formarsi per far comprendere, soprattutto alle donne, quanto sia importante alimentarsi in modo adeguato e adottare uno stile di vita sano.  

5/5 - (4 votes)

Approfondisci le conoscenze su "Alimenti" con:

Project Nutrition seconda edizione copertina

Project Nutrition – 2nd Edizione – Il libro della nutrizione

Libro sull’alimentazione

 39,90 Aggiungi al carrello
Come imparare a gestire i carboidrati

Ebook come gestire i carboidrati

Come imparare a gestire i carboidrati

 23,00 Aggiungi al carrello