Retto addominale

Retto addominale

Il retto addominale origina a livello della cresta e della sinfisi pubica per andarsi ad inserire con un decorso di fibre verticali a livello del processo xifoideo dello sterno e della quinta, sesta e settima costa. Il suo specifico decorso anatomico e la sua localizzazione anteriore ne influenza strettamente la funzionalità. Il muscolo retto addominale è il responsabile della famosa “tartaruga”, icona del fisico perfetto e dell’estetica tanto desiderata.

Anatomia e funzioni del muscolo retto addominale
Origine Quinta, sesta, settima costa e processo xifoideo dello sterno
Inserzione Cresta e sinfisi pubica
Azione Retroverte il bacino e flette il tronco

retto addome

Questa particolare caratteristica del muscolo in questione è determinata dalla sua struttura che, nella maggior parte dei soggetti, prevede iscrizioni tendine orizzontali che ne incrociano una verticale, la cosiddetta linea alba, sede di inserzione di molti muscoli della parete addominale.

Muscolo retto addominale: funzioni

In virtù del su andamento anteriore e longitudinale dalla casa toracica (coste e sterno) al bacino (pube), il muscolo retto addominale è il principale responsabile di due movimenti: la flessione del tronco (rachide toracico e lombare) e la retroversione del bacino, movimento che determina un basculamento posteriore di quest’ultimo con associata la perdita della lordosi lombare fisiologica. Inoltre, il retto addominale è anche un importante muscolo espiratorio accessorio, assistendo l’espirazione forzata.

crunch

retroversione
Flessione del tronco (sopra) e retroversione di bacino (sotto) sono due funzioni del retto addominale

Allenamento del retto addominale

Le funzioni del retto addominale sono riprodotte spesso anche in palestra o nelle preparazioni atletiche sportive durante esercizi nei quali si ricerca la stimolazione del core addominale. Per esempio, i crunch, sia inversi che classici, determinano un flessione del tronco contro gravità stimolando il muscolo tramite contrazioni isotoniche, mentre il plank lo stimola come retroversione di bacino in regime di contrazione isometrica. Secondo gli studi scientifici tutti gli esercizi di flessione del tronco, a parte il Side plank, sono caratterizzati da un’elevata attivazione di questo muscolo.

crunch

plank

E’ importante sottolineare come il retto addominale, essendo incluso all’interno dell’aponeurosi che dà inserzione agli altri muscoli addominali, si attivi ogniqualvolta gli altri sono attivi (trasverso, obliquo interno e obliquo esterno).

Ricordiamo che, se da un lato il muscolo retto addominale è il principale responsabile dell’estetica vista la sua localizzazione superficiale nella parete addominale, dall’altra non è un amico della buona postura: infatti una sua retrazione e un suo squilibrio rispetto ai più importanti trasverso e obliquo esterno può favorire un’ipercifosi toracica e uno scarso controllo del bacino con annesso aumentato stress sul rachide lombare.

Dimenticate anche la suddivisione spesso fatta in palestra tra “addome alto” e “addome basso”: il retto addominale non è reclutabile “a pezzi” attraverso la variazione degli esercizi, così come la sua stimolazione non può essere associata a un dimagrimento localizzato sulla pancia.

Approfondisci le conoscenze su "Muscoli corpo umano" con:

Project Exercise Vol. 1

Project Exercise Vol. 1

Valutato 4.83 su 5

Libro sulla biomeccanica degli esercizi

 36,90 Aggiungi al carrello
Andrea Roncari

Andrea Roncari

Professore a contratto presso la facoltà di Scienze Motorie dell'università degli studi di Pavia. Fisioterapista e laureato in scienze motorie. E-mail: [email protected] Tutti i miei articoli

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy