Multivitaminici servono davvero?

Multivitaminici servono davvero?

Cosa sono i multivitaminici e a cosa servono

I multivitaminici/multiminerali (MVM) sono da considerarsi un integratore alimentare. Essi sono formulati per contenere una combinazione di vitamine, minerali e talvolta anche altri elementi.

Gli integratori MVM servono per compensare le carenze di vitamine e microelementi che con la dieta non si riescono ad assumere.
Sarebbe bello dire che seguendo un’alimentazione varia ed equilibrata riusciamo a procurarci tutto quello che ci serve attraverso la dieta; purtroppo per svariati motivi risulta praticamente impossibile.
Pensiamo per esempio ai terreni di coltura sempre più poveri di microelementi e sfruttati a ciclo continuo; i prodotti  ottenuti da quella terra risulteranno anch’essi poveri di elementi nutritivi.

Per chi pratica sport a medio/alto livello, la maggior sudorazione impoverisce l’organismo di minerali che con essa andranno persi. Lo sforzo intenso invece produce radicali liberi e altre sostanze di scarto che l’intervento di alcuni processi biochimici, in sinergia con le vitamine, andranno a tamponare.

Infine ci sono quelle persone che, escludendo dalla loro alimentazione svariati tipi di alimenti (ad es. i vegani,  i fruttariani, i crudisti, ecc.), avranno un deficit di assunzione di vitamine e minerali.
Visto che è scientificamente provato che assumere tutte le vitamine e i minerali giornalmente apporta notevoli benefici per la salute dell’essere umano, è consigliabile dunque prendere un supplemento multivitaminico che li apporta tutti.

In generale le persone che potrebbero averne bisogno sono chi:

  • ha uno stile di vita che compre il fumo di sigaretta e l’alcol
  • non mangia abbastanza frutta e verdura (anche se il multivitaminico rimane meno efficace dei cibi solidi
  • segue una dieta ipocalorica
  • vive in città inquinate
  • esclude categorie intere di alimenti (carne, cereali, latticini, ecc.)
  • fa sport ossidativi (corsa, bicicletta, crossfit agonistico, ecc.)

quando assumere il multivitaminico

Multivitaminici: quali effetti per la salute?

La ricerca scientifica ha dimostrato che l’utilizzo di un multivitaminico promuove la salute e riduce il rischio di malattia.

Sebbene in Europa vi sia ancora la convinzione nel mondo scientifico che un’alimentazione varia ed equilibrata possa far recuperare tutte le vitamine e tutti i minerali dagli alimenti di cui si ha bisogno, in America invece si tende a consigliare vivamente l’assunzione un MVM. A tal proposito la USDA (Dipartimento dell’Agricoltura Statunitense) l’ha messo persino nella nuova piramide alimentare.
Il multivitaminico dunque aiuta le persone che ne fanno uso ad ottenere le quantità raccomandate di vitamine e minerali qualora esse non riescano ad assumerli dal solo cibo.

I MVM non contengono mai megadosi di vitamine o minerali. Un utilizzo quotidiano quindi, non darà mai problemi di tossicità, indipendentemente dalla quantità di vitamine e microelementi apportati con la dieta.
Quando leggiamo che un MVM contiene 100% dell’RDA (dose giornaliera raccomandata) di quella vitamina o minerale, l’etichetta ci sta dicendo solo qual è la minima dose indispensabile per quell’elemento per evitare sintomi da carenza.

Ricerche scientifiche hanno dimostrato poi che assumendo fino a 70 volte il 100% dell’RDA non si è riscontrato alcun tipo di problema, ma un eccesso di vitamine non fa comunque bene, perchè altera l’equilibrio dei radicali liberi nel nostro organismo (che non devono essere eccessivi ma neanche troppo pochi).
Pertanto se già assumete una buona quantità di frutta e verdura non c’è un reale bisogno di assumere un multivitaminico, multiminerale, altrimenti potrebbe essere una scelta sensata.

Quando assumere il multivitaminico

multivitaminico quale scegliere

Il momento ideale per prendere i multavitaminici è alla mattina (se mangiate dei grassi per assorbire le vitamine liposolubili). Questo è il momento in cui il corpo, svuotato dal digiuno notturno, è più “affamato” di nutrienti e richiede energia supplementare per riprendere a funzionare più attivamente.

Nulla vieta però di assumerlo in concomitanza di un altro pasto della propria giornata.
Tenete presente che alcune vitamine come la B12 e Vitamina C possono avere effetti stimolanti. Se il vostro corpo è sensibile a questi stimoli, non assumete il vostro MVM prima di andare a dormire in quanto potrebbe causarvi disturbi del sonno.

Di solito si consiglia di assumere il proprio MVM nei 30 minuti che seguono il pasto. Questo consente al corpo di elaborarle e assimilarle, nella fase di digestione, insieme al cibo solido.

Come scegliere i migliori multivitaminici

multivitaminico e salute

In commercio troviamo un vario assortimento di MVM. Ce ne sono di tutti i tipi, di tutti i prezzi e per tutte le fasce d’età. Scegliere con esattezza quale acquistare può rivelarsi davvero complicato.

Il primo consiglio che possiamo darvi è sicuramente quello di leggere le etichette dei prodotti. Esse infatti descrivono le quantità di ogni elemento contenute nel MVM.

Si suggerisce di scegliere un integratore multiminerale completo che contenga le vitamine ed i minerali di base come:

  • vitamina C,
  • vitamina B1 (tiamina),
  • vitamina B2 (riboflavina),
  • vitamina B3 (niacina),
  • vitamina B6,
  • acido folico (vitamina B9),
  • vitamina B12,
  • vitamina B5 (acido pantotenico),
  • biotina,
  • vitamina A,
  • vitamina E,
  • vitamina D3 (colecalciferolo),
  • vitamina K,
  • potassio,
  • iodio,
  • selenio,
  • zinco,
  • calcio,
  • magnesio,
  • manganese,
  • beta carotene,

Controllate sempre la loro percentuale.  In generale consigliamo di scegliere un integratore che fornisca il 100% della dose giornaliera raccomandata (RDA) per  la maggior parte delle vitamine e dei minerali presenti in esso.

È consigliabile infine scegliere un multivitaminico concepito per la vostra età e il vostro sesso, in modo che le sostanze nutritive in esso presenti siano formulate al meglio per i vostri fabbisogni.

Note sull’autore

Marco Marabelli

Articolo di Marco Marabelli

Appassionato di ciò che ruota attorno ai pesi, il mio parco divertimenti è la palestra.
Dopo aver praticato per 15 anni nuoto agonistico, mi sono tuffato negli allenamenti con la ghisa e di conseguenza nell’approfondimento su allenamento e alimentazione. Da qui al corso ISSA per personal trainer il passo è stato breve. La certificazione è stata così il punto di partenza per farne una professione.

Profilo FB
Mail: [email protected]

Andrea Biasci

Andrea Biasci

Professore universitario a contratto all'università Statale di Milano. Fondatore del Project inVictus. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy