Salmone affumicato calorie e valori nutrizionali

Salmone affumicato calorie e valori nutrizionali

Il processo di produzione del salmone affumicato prevede, in primis, la sfilettatura e la salatura. Questo è uno step necessario a favorirne la disidratazione e a limitarne la contaminazione da microrganismi patogeni, come Listeria Monocytogenes, sia durante che dopo il trattamento.

La fase di affumicatura può essere condotta a caldo o a freddo. Il primo è un processo veloce, in cui si raggiungono temperature fino a 120 gradi che vengono mantenute per circa 20 minuti. Infine, vengono abbassate a 80 gradi per 3-4 ore.
Il secondo, al contrario, è un processo più lento che può durare anche 8-10 giorni. Ciò è sicuramente dovuto alle più basse temperature a cui è sottoposto il salmone (20°C circa).
Queste basse temperature, espongono il prodotto ad un più alto rischio di contaminazione microbiologica. Ciò rende il processo un sistema che mira più ad un’aromatizzazione piuttosto che alla conservazione.
Un ulteriore processo di nuova generazione è l’affumicatura a ‘’fumo liquido’’.

produzione salmone affumicato

Calorie salmone affumicato

Salmone affumicato100g
kcal117
Carboidrati0
Proteine18,2g
Grassi4,3g
Grassi saturi0,9g
Grassi monoinsaturi2g
Grassi polinsaturi1g
EPA-DHA0,2-0,3g
Niacina4,7mg
Potassio175mg
Fosforo164mg
Sodio672mg

Dalla tabella si può evincere che il salmone affumicato possiede meno energie e meno grassi rispetto al salmone fresco di allevamento.
Il salmone viene classificato come un pesce grasso/semigrasso ma questa dicitura si rivela solamente teorica. Il livello lipidico dipende , infatti, da ciò che il pesce mangia ma anche dalla cottura a cui si sottopone che porta a modificazioni del suo valore nutrizionale.
Con la cottura, appunto, si eliminano buone quantità di grassi ed inevitabilmente di omega 3. Con, ad esempio, una cottura alla griglia si può perdere fino a un terzo del grasso presente.
Il salmone affumicato presenta, da un lato, livelli bassi di lipidi e di conseguenza di calorie, ma dall’altro, a causa dei processi di lavorazione, livelli superiori di sodio. Sostanza da tenere monitorata.

Il salmone affumicato fa male?

salmone affumicato proprietà

Il salmone affumicato presenta alcune problematiche di conservazione dovute alle varie metodiche di affumicatura. Come accennato prima, viene esposto a rischio contaminazione di patogeni che possono svilupparsi nelle carni.
La problematica principale legata all’affumicatura ed in particolare a quella a freddo, è la listeria monocytogenes, patogeno (gram positivo) responsabile di una malattia chiamata listeriosi. Questa malattia può colpire anche le donne in gravidanza; ne è infatti sconsigliabile l’assunzione durante questo periodo.
Oltre al rischio microbiologico, rispetto al prodotto fresco, quello affumicato possiede livelli elevati di sale che lo rendono un alimento da limitare e presenta un quantitativo di grassi inferiore.
Un aspetto che va considerato quando si consuma il salmone affumicato (o gli affumicati in generale) è proprio il processo a cui viene sottoposto che, inevitabilmente, porta ad aumentare gli idrocarburi policlinici aromatici. Il consumo di prodotti affumicati dovrà quindi rappresentare una piccola parte della dieta.

“Tutto è veleno,e nulla esiste senza veleno.
Solo la dose fa in modo che il veleno non faccia effetto”

L’articolo sul salmone affumicato e le sua calorie è del Dott. Mattia Pieri

Laureato in acquacultura ed igiene delle produzione ittiche, laureando in Nutrizione.
Personal trainer a Cesena si occupa di composizione corporea a sport da combattimento.

Approfondisci le conoscenze su "Alimenti" con:

In offerta!
Project Diet Vol.1-2

Project Diet Vol.1-2

Tutte le diete del mondo in un unico libro (anzi 2)

Valutato 4.50 su 5
 73,80  59,90 Aggiungi al carrello
Project Nutrition

Project Nutrition

Libro sull’alimentazione

Valutato 4.72 su 5
 36,90 Aggiungi al carrello

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy