Reverse diet: come impostarla

reverse diet come impostarla

Cosa fare quando hai un blocco metabolico perché mangi troppo poco o non vuoi far aumentare troppo la massa grassa dopo una fase di definizione?

La “Reverse Diet” (o dieta inversa) è la risposta, per chi pratica bodybuilding e ricerca una migliore composizione corporea p chi si trova in uno stallo del peso con una dieta troppo restrittiva e prolungata.

In questo articolo spieghiamo cos’è e in cosa consiste la Reverse Diet e, soprattutto, come impostarla anche con un esempio (schema).

Cos’è la Reverse Diet? 

Il concetto alla base della Reverse Diet è quello di un lieve aumento delle calorie ingerite, fatto in modo graduale e lento. E’ una strategia per uscire da un periodo di dieta ipocalorica prolungata, sia nel caso del bodybuilding prima di cominciare una nuova fase di definizione o di massa sia per chi ha uno stallo del peso e che sta mangiando troppo poche calorie.

E’ utile nel bodybuilding quando vuoi fare una fase di transizione tra fase di definizione e fase di massa per limitare l’aumento della massa grassa.

In questo contesto, però, non sempre è conveniente non incrementare il tessuto adiposo in quando potresti trovarti a fine definizione con una percentuale molto bassa (circa 5%) di massa grassa, che è sottofisiologica. In altre parole, i processi anabolici e di adattamento saranno più difficoltosi.

Inoltre, non è da sottovalutare lo stress psico-fisico del continuare a stare a dieta controllando in modo molto preciso i propri introiti energetici.

Non ci sono tempistiche precise, ci si deve monitorare tramite lo specchio, la bilancia e soprattutto la percentuale di massa grassa, cercando di evitare di prendere più di un punto percentuale a settimana.

Ma la Reverse Diet non è utile solo nel bodybuilding. Infatti, è un metodo che viene anche utilizzato nei casi di stallo del peso dovuti ad una ipocalorica prolungata e che fornisce poche calorie.

In questo, alzando le calorie fino al raggiungimento della normocalorica (reset metabolico) il metabolismo si “riattiverà” e comincerai a perdere peso fino a quando non arriverai al tuo fabbisogno calorico di mantenimento. Una volta qui, potrai stabilizzarti per alcune settimane per poi riprendere una dieta ipocalorica più efficace.

Come funziona la Reverse Diet? Come impostarla? Esempio 

La Reverse Diet prevede un incremento molto graduale delle calorie, a carico principalmente dei carboidrati.

Infatti, vengono aggiunti circa 20-25 g di carboidrati (80-100 kcal) al giorno. Attenzione! Questa quantità non è da aggiungere ogni giorno, ma un solo giorno della settimana come illustrato nello schema sottostante.

Dopo 7 settimane, avrai aumentato l’introito calorico settimanale di 560-700 kcal.

A partire dall’ottava settimana ripeti lo stesso procedimento fino a quando non raggiungi la tua normocalorica.

Un fattore importante da non dimenticare durante la reverse diet è l’allenamento, che va mantenuto e che deve essere sfruttato per veicolare l’apporto glucidico crescente verso la massa magra.

Schema Reverse Diet

Luca sta assumendo 200 g di carboidrati al giorno. Dopo 14 settimane il suo introito glucidico sarà di 240 g. Se alla fine delle 14 settimane il peso e la massa grassa continuano a non aumentare, Luca può continuare con questo schema di incremento.

Giorno Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
Settimana 0 200 200 200 200 200 200 200
Settimana 1 220 200 200 200 200 200 200
Settimana 2 220 220 200 200 200 200 200
Settimana 3 220 220 220 200 200 200 200
Settimana 7 220 220 220 220 220 220 220
Settimana 8 240 220 220 220 220 220 220
… Settimana 14 240 240 240 240 240 240 240

Chiaramente, ciascuno alla settimana 0 partirà dalla “sua” quantità e non necessariamente da 200 g.

Guida PDF gratuita

Dieta - Guida completa

Scopri i principi del dimagrimento e due approcci efficaci per dimagrire senza fallire.

Ricevi consigli utili e pratici via mail sull'alimentazione.

Dieta Guida ProjectInvictus

Di cosa ti occupi in ambito Fitness?

4.1/5 - (19 votes)

Approfondisci le conoscenze su "Ricomposizione corporea" con:

Project Nutrition seconda edizione copertina

Project Nutrition – 2nd Edizione – Il libro della nutrizione

Libro sull’alimentazione

 39,90 Aggiungi al carrello
Come imparare a gestire i carboidrati

Ebook come gestire i carboidrati

Come imparare a gestire i carboidrati

 23,00 Aggiungi al carrello

Dott.ssa Lucia Ienco

Dott.ssa Lucia Ienco, classe 97, laureata in Biotecnologie e in Scienze dell’Alimentazione. Iscritta all’Ordine dei Biologi in seguito al superamento dell’esame di stato, ad oggi lavora come libera professionista esercitando la professione di Biologa Nutrizionista. Dal 2019 è redattrice e articolista SEO per il sito project inVictus. Appassionata di nutrizione ed allenamento, attualmente studia per conseguire la certificazione dell’International Society of Sports Nutrition ed è atleta di pesistica a livello agonistico. Contatti: luciaienco.nutrizionista@gmail.com Maggiori informazioni

Project Nutrition

Per essere padrone dei concetti e non schiavo delle diete

Project Nutrition Libro

Il libro per avere una visione completa su alimentazione, nutrizione e dimagrimento