Carnitina e palestra: benefici e dosaggi

carnitina

La carnitina o L-carnitina è un aminoacido non proteico (non va a costituire proteine), normalmente prodotto dal corpo a partire da altri aminoacidi (metionina e lisina). Nelle cellule si trova nei mitocondri, dove ha un ruolo essenziale: il trasporto degli acidi grassi a catena lunga.

E’ spesso venduta (impropriamente) come integratore termogenico o brucia grassi, nonostante non abbia proprietà termogeniche o “brucia grassi” dirette (sì, anche se serve a trasportare gli acidi grassi nel mitocondrio). L’utilizzo della carnitina, in realtà, ha effetti e benefici ben diversi.

In questo articolo spiegheremo brevemente a cosa serve la carnitina (anche per soggetti che praticano bodybuilding o frequentano la palestra) e come assumerla in modo corretto.

A cosa serve la carnitina in palestra? Effetti e benefici

effetti carnitina

Come accennato, la carnitina svolge tutt’altre funzioni rispetto a quella più famosa (e per nulla scientifica) del promuovere il dimagrimento. Ha effetti benefici principalmente su apparato cardiovascolare, sistema nervoso e sui meccanismi dello stress ossidativo.

Vediamo, quindi, quali reali benefici ha:

  • migliora la salute cardiovascolare, infatti è usata in pazienti con malattie cardiovascolari;
  • migliora le capacità cognitive e rallenta il declino della funzione cerebrale;
  • allevia sintomi da affaticamento cronico;
  • migliora la sensibilità insulinica;
  • effetto “anti-aging” sul mitocondrio, preservandone le funzioni in caso di stress cronici o in caso di età avanzata;
  • riduce i marker di stress ossidativo e danno muscolare post allenamento e potenzia il profilo antiossidante della cellula;
  • allevia i sintomi dell’encefalopatia epatoportale e riduce l’ammoniaca sierica.

La carnitina fa dimagrire?

In questi paragrafi cerchiamo di capire perché la carnitina non fa dimagrire, in modo da fare chiarezza su questo “mito”.

La supplementazione di carnitina, al di fuori del campo medico, è spesso usata per stimolare l’ossidazione dei grassi… In realtà, non ha proprietà lipolitiche o termogeniche, anche se esiste un fondo di verità su cui si basa questa affermazione diffusa.

Infatti, ci sono dei motivi per i quali l’integrazione di carnitina potrebbe potenziare il dimagrimento, ma non sono dovuti alla carnitina in se come agente lipolitico.

Come detto prima, la carnitina è in grado di proteggere la cellula dallo stress ossidativo, diminuire l’affaticamento cronico e ridurre il danno muscolare: questo permette di svolgere un maggior volume di lavoro durante l’attività fisica, permettendo quindi un maggior consumo calorico,

E’ questo incremento del dispendio energetico a favorire il dimagrimento: un “effetto secondario” dell’assunzione di carnitina.

Oltre a questo, grazie alla sua capacità di sensibilizzare la cellula muscolare all’insulina (mediata dall’abbassamento degli acidi grassi liberi nel sangue e forse dall’AMPK) permette di ristabilire (se alterata) una situazione metabolica più fisiologica, e diminuire lo stato di infiammazione latente che ostacola l’uptake di glucosio.

Per essere più consapevole di quali altri integratori vengono proposti come “dimagranti” senza realmente esserlo e quali, invece, sono potenzialmente utili, dai un’occhiata al nostro libro Project Integratori.

ESTRATTO GRATUITO

Project Integratori

Scopri cosa dice realmente la Scienza sugli integratori e come usarli in modo più consapevole, senza farti fregare.

Iscrivendoti, accetti la condivisione con la piattaforma di gestione mail Mailchimp (privacy policy).
Altre info nella nostra privacy policy.

 

Quando assumere la carnitina per il bodybuilding?

L’assunzione concomitante di un pasto, specialmente glucidico, ne favorisce la deposizione nel muscolo. Questo è dovuto alla stimolazione dell’insulina, ma non è comunque controindicata l’assunzione fuori pasto o in diversi momenti della giornata, semplicemente sarà meno assorbita.

Rimane comunque una buona regola generale, se si assumono più dosi di carnitina, dividere l’assunzione in più momenti della giornata a causa dello scarso trasporto intestinale.

Per esempio, se devi assumere 4 g di acetil-carnitina al giorno, è bene dividerla in 2 assunzioni separate da 2 g.

Quanta carnitina assumere per la palestra? Dosaggio

La l-carnitina è generalmente ben tollerata, non è tossica o teratogena, non ha particolari interazioni farmacologiche, pertanto il suo utilizzo è generalmente ritenuto sicuro.

Le dosi terapeutiche più usate nella supplementazione orale sono tra 500 mg e 4 g (dosi tra 2 g e 4 g le più comuni) complessivi al giorno.

Esiste una controindicazione particolare, ovvero in casi di ipotiroidismo: si è visto sia in vitro che in vivo sull’uomo, che la carnitina è in grado di antagonizzare l’effetto degli ormoni tiroidei. Infatti, è emerso un tangibile beneficio del suo uso nell’ipertiroidismo (2-4 g ogni giorno) con conseguente attenuamento dei sintomi, ripristino delle scorte di carnitina e rimineralizzazione ossea.

In commercio si possono trovare diverse forme di carnitina, con lo scopo di migliorarne la biodisponibilità, che possono avere degli effetti leggermente differenti ad esempio:

  • acetil-L-carnitina (ALCAR),
  • L-carnitina tartrato,
  • L-carnitinasemplice,
  • più raramente propionil-L-carnitina.
Integratore Caratteristiche
L-carnitina o carnitina Forma base, spesso più economica. Un po’ meno biodisponibile ma più concentrata in quanto pura.
Acetil-L-carnitina o acetil-carnitina o ALCAR C’è l’aggiunta di un gruppo acetile che ne migliora l’assorbimento e permette il passaggio tramite la barriera ematoencefalica. Fa da substrato per la produzione del neurotrasmettitore acetilcolina.

Più raccomandata in caso di stanchezza cronica per il miglioramento della cognizione.

Carnitina tartrato o L-carnitina tartrato o LCT E’ un sale dell’acido tartarico. Miglior solubilità e assorbimento.
Propionil-L-carnitina o PLC Poco comune. Più utilizzata per migliorare le funzioni cognitive o ottenere benefici in soggetti  compromessi con problemi cardiovascolari

Per sapere qual è il dosaggio corretto e il giusto metodo di assunzione anche di altri integratori, scopri il nostro libro Project Integratori.

ESTRATTO GRATUITO

Project Integratori

Scopri cosa dice realmente la Scienza sugli integratori e come usarli in modo più consapevole, senza farti fregare.

Iscrivendoti, accetti la condivisione con la piattaforma di gestione mail Mailchimp (privacy policy).
Altre info nella nostra privacy policy.

5/5 - (5 votes)

Approfondisci le conoscenze su "Per il dimagrimento" con:

Invictus-bodybuilding

Project Bodybuilding

Il manuale sulla ricomposizione corporea

 39,90 Aggiungi al carrello
Project Nutrition seconda edizione copertina

Project Nutrition – 2nd Edizione – Il libro della nutrizione

Libro sull’alimentazione

 39,90 Aggiungi al carrello

Aimone Ferri

Dietista e studente magistrale in Scienze Cognitive. Personal trainer ISSA, istruttore di powerlfting FIPL, appassionato di bodybuilding, powerlifting e nutrizione sportiva. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Project Nutrition

Per essere padrone dei concetti e non schiavo delle diete

Project Nutrition Libro

Il libro per avere una visione completa su alimentazione

nutrizione e dimagrimento.