Il metodo Gym Jones Parte 1

Il metodo Gym Jones   Parte 1

In questo articolo vedremo cos’è il metodo Gym Jones, dove nasce e su quali punti fondamentali si basa. Un articolo in più parti per avere una visione completa del metodo Gym Jones.

Di Antonio Saccinto

L’allenamento è sacrificio, è sofferenza, è resistenza alla sofferenza, in una parola “resilienza”.
Essere resilienti può segnare la differenza tra l’essere in forma e l’essere forti, estremizzando, vivere o morire. Tutto passa attraverso la definizione di un obiettivo e la scelta di una strada. L’allenamento è la strada.
Qualunque sia l’obiettivo, una qualsiasi competizione sportiva o semplicemente la salute psico-fisica, esiste un allenamento adatto a raggiungerlo. Questo è l’allenamento funzionale. Questo è il metodo Gym Jones.

gym jones

Gym Jones è una palestra che sorge tra catene montuose, deserti sabbiosi e rigogliose foreste di Pini a Salt Lake City, nello stato dello Utah, Stati Uniti. Il suo fondatore è Mark Twight, scalatore alpinista professionista, scrittore e preparatore atletico.
Nella sua palestra si allenano lottatori di mma, di brazilian jiu jitsu, soldati, vigili del fuoco, mataroneti, ultramaratoneti, triatleti, scalatori, attori e stuntman (come nel caso del cast del film “300” e “Man of Steel”).
Non c’è niente di nuovo nell’allenamento funzionale Gym Jones, nessun nuovo attrezzo dai poteri miracolosi, nessuna formula magica. Nell’epoca del tutto e subito, della massima resa con il minor sfrozo, Gym Jones propone un metodo di lavoro, ovvero quella serie di processi che vengono messi in atto al fine di perseguire un obiettivo.
Lavoro ponderato, calibrato e programmato, dove l’aspetto mentale è altrettanto importante dell’allenamento fisico. Nessuna scorciatoia.

gym jones metodo

Regola nr.1: Stabilire l’obiettivo, il motivo per il quale mi voglio allenare.
Regola nr.2: Che cosa mi serve per raggiungere il mio obiettivo? Ho bisogno di essere forte, potente, resistente?
Regola nr.3: Testarsi. Di fondamentale importanza è sapere chi siamo.
Regola nr.4: Individuare gli anelli deboli. In che cosa devo migliorare?
Regola nr.5: Programmare l’allenamento, nel breve, nel medio e nel lungo periodo, dando la precedenza agli anelli deboli. Allo stesso modo è necessario programmare il riposo. L’equazione è semplice: lavoro+riposo= allenamento. Se manca uno dei due fattori, non c’è crescita.

Continua……

Antonio Saccinto
Direttore Ikff Italia
Gym Jones certified Level 2
Preparatore fisico

Approfondisci le conoscenze su "Cross training" con:

Project Cross-Athlete

Project Cross-Athlete

Programmazione avanzata per competitors

 36,90 Aggiungi al carrello
Project Strength

Project Strength

Libro sull’allenamento della forza

 36,90 Aggiungi al carrello
Andrea Biasci

Andrea Biasci

Professore universitario a contratto all'università Statale di Milano. Fondatore del Project inVictus. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

- 2019 -

PROJECT CONVENTION

2/3 NOVEMBRE 2019
@PALARICCIONE

ALIMENTAZIONE DAY 1
ALLENAMENTO DAY 2

 

PRENOTA ORA IL TUO POSTO RICEVERAI UNO SCONTO SPECIALE