Quello che serve in una palestra per potersi allenare

project invictus acropoli logo

Rivista + Dirette.

Migliora te stesso con basi scientifiche.

Acropoli Project Invictus Rivsita e Dirette

Per la mia salute farei qualunque cosa, tranne mettermi a dieta e fare movimento” OSCAR WILDE

Ormai nel 2013, sul fitness e sulla palestra in generale si è detto di tutto, scritto di tutto. Ma a questo punto vanno fatte delle distinzioni. Volete un circolo ricreativo, nel quale forse fare un pò di movimento, o volete una palestra per allenarvi, seguiti da gente in grado di farvi progredire? Sono 10 anni che frequentate un circolo, con palestra piena di macchinari, zona cardio da 500m², trainer in divisa, e vi ritrovate con 10000 euro in meno e un fisico inqualificabile? Beh avete sbagliato qualcosa.

1) Non siete stati abbastanza motivati, nè da altri nè dal contesto e nè tantomeno da voi stessi;
2) Avevate a disposizione macchine per muovere ogni muscolo, ma non avete mai, e dico mai provato ad allenarvi sul serio, a spostare carichi reali;
3) Vi siete accontentati di programmi standard, senza mai aver avuto la possibilità o volontà di conoscere un movimento completo;
4) Avete consumato diverse paia di scarpe sui tapis roulant, ma non avete mai avuto la sensazione che il cuore vi uscisse dal torace, ovvero non avete mai fatto una seduta intensa;
5) Avete sempre mangiato in modo inadeguato rispetto a quello che dovevate.

Dunque cosa si può fare in questo momento per smuovere la situazione? Cambiare palestra, trainer, modo di vedere il contensto in toto, questa potrebbe essere la vostra soluzione. Andiamo a vedere come scegliere una palestra in base alle vostre nuove esigenze.

molto spesso il cliente medio di una palestra la sceglie in base ad alcuni parametri:

1) Vicinanza (rispetto a casa o lavoro)
2) Prezzo (non tutti vivono in modo agiato in questo periodo e il costo è un parametro importante)
3) Attrezzatura (palestra piene di macchinari e distese di tapis roulant e cyclette sembrano meglio attrezzate rispetto a palestra più funzionali)
4) Possibilità di interazione sociale (se ci sono tante donne, aspettatevi di trovare la palestra piena)
5) Attività (corsi di fitness, sport da combattimento, attività per bambini)
6) Qualità del personale.

Andiamo ad analizzare i punti sovrascritti:

1) Sul primo non si può far nulla, se non siete disposti a spostarvi per andare in una palestra, almeno cercate la migliore nelle vicinanze.

2) Il secondo punto riguarda il prezzo, e qui vanno fatte delle considerazioni. Una palestra ha dei costi di gestione importanti, e il personale VALIDO VA PAGATO BENE. Palestre che regalano abbonamenti, fanno offerte allettanti, o sono con filosofia LOW COST (senza personale di sala, solo attrezzatura a disposizione) oppure hanno un personale sottopagato, quindi o non preparato, o ampiamente demotivato, oppure non effettuano pulizie approfondite, o non pagano le tasse quindi rischiano di chiudere da un momento all’altro! Meglio spendere 5-10 euro al mese in più, ma affidarsi a chi sa il fatto suo. Meglio investire qualche soldo in più che buttarne qualcuno in meno. Meglio smettere di ingrassare i ricchi proprietari di catene, che non hanno idea di quel che avviene all’interno, ma studiano solo i numeri con i commercialisti. Rivolgetevi a chi ha passione, dedizione, chi si spacca il culo in palestra prima di riuscire a capire un movimento e poi insegnarvelo. Chi si è fatto un curriculum e un bagaglio di esperienza enormi. Questo tante volte ormai si trova in centri più piccoli e funzionali, dove la palestra può sembrare vuota, ma dove si respira il profumo della fatica.

3) L’attrezzatura è importante come qualità, ma non è fondamentale come quantità se non vi allenate negli orari di punta. Per poter sollecitare bene la propria muscolatura, sono sufficienti panche, manubri, bilancieri, sbarre e uno spazio dove poter lavorare a corpo libero. Il resto sono macchinari con i quali giocare, che non riusciranno a farvi lavorare su tutta una serie di fattori invece fondamentali.

4) La palestra è un centro di aggregazione, chi di voi leggerà questo articolo sicuramente è già un frequentatore ma se volete rimorchiare in primis, andate in un locale notturno!

5) Le attività che si svolgono in palestra devono essere adatte alle vostre esigenze, ma non potete pretendere di modellare il vostro corpo se cercate un corso d’addominali e glutei. Insomma un conto è allenarsi un conto è fare un’attività ricreativa in una palestra.

6) Questo è il vero punto fondamentale. POTETE ALLENARVI OVUNQUE NON C’E’ BISOGNO D’ANDARE IN PALESTRA, SE CI ANDATE E’ PER IL VALORE AGGIUNTO DI CHI CI LAVORA DENTRO. Per questo l’istruttore non dev’essere solo simpatico, spesso i clienti confondono il simpatico col preparato, ma dev’essere competente. Pretendete di sapere la qualifica di chi lavora in palestra, che piano di studi ha seguito, quali sono le sue esperienza sul campo, i suoi aggiornamenti. Non fatevi abbindolare da mille certificati con nessun valore legale. Un bravo istruttore sa PERSONALIZZARE l’allenamento, sa scegliere gli esercizi idonei, sa come farvi posizionare il bilanciere sulle spalle, sa indicarvi dove guardare, percepisce il carico dove cade, ecc.
TUTTI SI POSSONO INFILARE UNA MAGLIETTA CON SU SCRITTO ISTRUTTORE O PERSONAL TRAINER, in pochi prendono una laurea, studiano, si confrontano con altre realtà.

Insomma scegliete una palestra dove avete la possibilità di progredire, a livello motorio, come persone, come tutto, non dove potete sfoggiare il Rolex mentre il/la vostro/a personal trainer vi fa le carezze e vi dice che siete stati bravi a slanciare la gamba alla gluteus machine! Andate in palestra per apprendere a riutilizzare il vostro corpo. L’attività motoria è essenziale nel bagaglio di una persona, una palestra valida, oltre a farvi dimagrire, a farvi “rassodare”, sa darvi anche questo.

 Scegliete la palestra giusta

Articolo del Dr Maurizio Pezzutti

Maurizio ha due lauree e possiede una palestra a Roma
maurizio.pezzutti@gmail.com

project invictus acropoli logo

Rivista + Dirette.

Migliora te stesso con basi scientifiche.

Acropoli Project Invictus Rivsita e Dirette

Approfondisci le conoscenze su "Scheda palestra" con:

Invictus-bodybuilding

Project Bodybuilding

Il manuale sulla ricomposizione corporea

 39,90 Aggiungi al carrello
In offerta!

Project Exercise Vol. 1-2

I libri sulla biomeccanica degli esercizi

 73,80  69,90 Aggiungi al carrello
Andrea Biasci

Andrea Biasci

Dott. in Scienze Motorie. Ha insegnato e collaborato con l'università Statale di Milano come professore a contratto. Fondatore del Project inVictus. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy

Project Bodybuilding

Il libro di riferimento sul Natural Bodybuilding

Project Bodybuilding Libro

Il libro più completo sul Bodybuilding e la ricomposizione corporea.

Project

Completa il quiz per scoprire i migliori contenuti sul dimagrimento, la nutrizione e l’allenamento in palestra

ProjectInvictus V

Quiz