Introduzione al mondo della forza Part4 (LA ACCOMODATION LAW)

Introduzione al mondo della forza Part4 (LA ACCOMODATION LAW)
project invictus acropoli logo

Rivista + Dirette.

Migliora te stesso con basi scientifiche.

Acropoli Project Invictus Rivsita e Dirette

In questo articolo scopriremo cos’è l’accomodation law, su che principi si base e se ha un’applicazione pratica nell’allenamento. I modelli servono per semplificare la descrizione della realtà ma spesso se la semplificazione è eccessiva seguirli può risultare controproducente. E’ anche il caso dell’accomodation law? Scopriamolo in questo articolo.

Articolo di Alessio Ferlito

Ora che abbiamo visto tutti i fattori che si occupano di generare la forza, occupiamoci di una questione basilare: perché è necessario programmare? I modelli di allenamento sono molti e svariati, questo nella figura sottostante è il più classico degli esempi di ciclizzazione, proposto dal coach sovietico Metveyev ad atleti principianti.

Diminuzione del volume in proporzione all’aumento dell’intensità, periodo di picco… perché occorre ciclicizzare in questo modo e non è sufficiente un “sovraccarico progressivo”, ovvero l’aumento costante dei pesi da sessione in sessione come propone la più classica delle credenze del bodybuilding?

Il “paradosso di Milo” è un ottimo esempio del perché si debba programmare.
Basiamoci su un esempio semplicissimo, ovvero immaginiamo di aumentare di 0,5kg ogni settimana il peso sul bilanciere. Ciò significa che avremo rispettivamente 2kg guadagnati a fine mese, 24kg guadagnati a fine anno e in 3 anni avremmo guadagnato ben72kg!!!
milo di crotone
Su Milo questa metodologia funzionò, fin da piccolo decise di portare in spalla un piccolo bue in modo da diventare sempre più forte ogni giorno finché il bue non fosse divenuto adulto, ma Milo era un semidio! Noi comuni mortali, al contrario suo, dobbiamo programmare dividendo in varie fasi la nostra programmazione e affidarci a metodiche un po’ più complesse del semplice sovraccarico progressivo. Il motivo del perché il corpo si adatti così agli stimoli è da ricercare nella cosiddetta accomodation law.

Zatsiosky afferma che “La risposta di un oggetto biologico ad uno stimolo costante diminuisce con il tempo”. Questo fa sì che la cura del giusto “stimolo” sia la chiave di tutto l’allenamento della forza. Uno stimolo insufficiente non sarà allenante e il corpo non migliorerà, così come uno stimolo eccessivo farà sì che il corpo non riesca a rispondere come dovrebbe. Un buono stimolo è destinato invece a essere percepito come statico e a non sortire più effetto. L’allenamento è quindi un cambiamento perpetuo, una sorta di evoluzione, o cambi, ti adatti, o cessa di avere effetto. I fattori che provocano l’adattamento saranno poi oggetto di analisi specifica di ogni capitolo, e sono:
Il sovraccarico
L’assuefazione
La specificità
La personalizzazione

Di Alessio Ferlito

project invictus acropoli logo

Rivista + Dirette.

Migliora te stesso con basi scientifiche.

Acropoli Project Invictus Rivsita e Dirette

Approfondisci le conoscenze su "Powerlifting e forza" con:

Project Strength

Project Strength

Libro sull’allenamento della forza

 36,90 Aggiungi al carrello
Project Cross-Athlete (II edizione)

Project Cross-Athlete (II edizione)

Il libro più completo sulla periodizzazione degli sport ibridi/cross training

 36,90 Aggiungi al carrello
Andrea Biasci

Andrea Biasci

Dott. in Scienze Motorie. Ha insegnato e collaborato con l'università Statale di Milano come professore a contratto. Fondatore del Project inVictus. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy