Imparare il Backflip

Imparare il Backflip

 

Wikipedia dice che il Free Running (abbreviato 3run) è una disciplina sportiva che basa le proprie origini e i propri movimenti sul Parkour.

Il free running è l’arte di spostarsi in ambienti urbani, in modo da creare spettacolo, quindi valorizzando la bellezza dei movimenti. Questa è proprio la principale differenza con il parkour, dove ogni movimento deve tendere invece alla massima efficienza. Nel Free running, il considerare fondamentale l’estetica porta ad unire i movimenti propri del parkour con gesti atletici non efficienti, ma spettacolari, estratti da altre discipline, soprattutto dalla ginnastica acrobatica.

Solitamente il Freerunning è una successione del Parkour, ovvero, chi pratica Freerunning è perché prima praticava Parkour.
Vi parlo del Freerunning secondo le mie esperienze, non sono le uniche e nemmeno le migliori, ognuno ha seguito un percorso differente, anche se alla fine si arriva allo stesso obiettivo.
Bene, ho 17 anni, ed ho scoperto il Parkour a 12 anni.
Gli sport estremi mi hanno sempre attratto ed il Parkour è stato il mio primo vero sport, non mi sono mai fatto seguire da nessuno e non sono mai andato in una palestra. Non fatevi illusioni sulle sale di Parkour! Negli ultimi anni stanno spopolando e vi sono sempre più ragazzi bravi al chiuso ma che poi hanno paura a mettere i loro progressi fuori dalla palestra!
Le sale attrezzate possono servire a chi è già bravo e vuole provare cose più estreme..

Nel 2011 scoprii il Freerunning.
Fu amore a prima vista… la giravolta (o flip) che mi attrasse di più fu il Backflip (o giravolta indietro come volete chiamarla!)
Purtroppo nel mio paese eravamo solo in due a praticare questo sport, non sapevo da chi prendere lezioni, stavo ore intere a guardare tutorial su youtube! Ma non aveva senso guardare migliaia di video dove spiegavano come farlo se non avevo la pratica… Ovviamente ero alle prime armi e non sapevo cosa fare… mi allenavo in spiaggia e ogni volta che salivo su quella cunetta di sabbia la paura mi assaliva e non riuscivo mai a provarlo!
Successivamente in mente mi posi solo un obiettivo: IMPARARE IL BACKFLIP!

Ogni giorno al mare, mentre i miei amici giocavano a pallone, io mi allontanavo e iniziavo a mettere in pratica quello che imparavo sui tutorial. Il primo tentativo fu una cacca, il secondo anche e così via.
Poi capii veramente che non devi apprendere dai tutorial ma dal tuo corpo e dai tuoi errori….
Questa è una mia guida. Secondo la mia esperienza all’approccio del Backflip e come ho corretto i miei errori.

1) Una delle regole fondamentali da tener conto è mantenere l’asse del corpo diritto:
Non riuscivo a mantenerlo, la facevo storta, in pratica facevo una banale ruota con le mani, questo succede quando si ha paura di buttarsi all’indietro.
Imparare il BackflipPer correggere l’errore feci mettere una persona in piedi davanti a me (2 metri di distanza circa) oppure usavo il palo di un ombrellone.
Provai ad eseguire la giravolta però mantenendo la traiettoria dritta alla persona davanti a me, in modo da seguire l’asse dritto anzichè andare storto (insomma come punto di riferimento) questo metodo mi ha aiutato tantissimo. Provateci tantissime volte se avete problemi di traiettoria..

In questo mio video ho accentuato molto l’errore dell’asse storto e come piano piano si progredisce sul backflip:

2) Il salto:
Con la paura si tende a saltare poco, gran parte degli errori ci sono perché non si esegue il backflip con la giusta tecnica e la tecnica sbagliata la assumiamo a causa della paura.
Per saltare immaginate di saltare e toccare il cielo con le mani (è strano ma aiuta molto). Ricordate, se saltate poco è perché avete paura!
Sulla sequenza 6 io tengo le braccia piegate, sarebbe una buona cosa se fossero dritte per avere maggior spinta verso l’alto..

3) Le braccia e le gambe quando siete in aria:
Dopo che avete effettuato il salto e vi ritrovate nella posizione della sequenza 6, portate violentemente, velocemente e furiosamente le gambe al petto. Questo è un punto fondamentale per il giro del backflip.
Quando avrete preso il controllo di questo passaggio potete prendervi le ginocchia per estetica..

4) Arrivati al punto della sequenza 11
Dovreste focalizzare il punto dove atterrerete, è molto difficile guardare mentre esegue la capriola, durante il giro sembra di essere in una lavatrice.
Direi che a questo punto sarete in grado di eseguire un backflip..
Non importa che eseguiate il backflip da una montagnetta alta 3 metri o sulle rocce, l’importante è il movimento
Non mettetevi in testa che imparate il backflip in 5 minuti, anzi se ci riuscite buon per voi
Io sono partito da 0 e ho impiegato una settimana intera lavorandoci 4-5 ore al giorno…

ATTENZIONE!
Se non siete convinti e non prendete le giuste protezioni e precauzioni (io ammucchiavo della sabbia per caderci sopra senza farmi male) questo esercizio potrebbe risultarvi molto pericoloso.
Non sono responsabile di danni e/o menomazioni questa guida è solo a scopo informativo.

Consiglio: cercate sempre di puntare più sulla pulizia e la giusta tecnica, un backflip fatto con la tecnica che vi ho spiegato è decisamente migliore di 5 backflip fatti tanto per essere fatti

Non pensate alla salita, pensate al panorama che vedrete quando sarete in cima..

Backflip

Per saperne di più guarda la pagina FB Quelli che volano

Approfondisci le conoscenze su "Esercizi a corpo libero" con:

Project Calisthenics

Project Calisthenics

Valutato 4.65 su 5

Ipertrofia e forza a corpo libero

 39,90 Aggiungi al carrello
Andrea Biasci

Andrea Biasci

Fondatore del Project inVictus. "Detta tra noi, ho solo due certezze: so di non sapere e so di non essere il migliore in niente". Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy