Dottor Lemme e la sua dieta

Dottor Lemme e la sua dieta

Chi è il Dottor Lemme

Se vi state chiedendo chi è il Dottor Alberico Lemme, la risposta è semplice è un GENIO. Ed il motivo è chiaro: è un bugiardo che vi può far dimagrire.
Perché la verità è che le diete falliscono non perché non funzionano, ma perché psicologicamente viene meno l’aderenza al piano alimentare. La persone inizialmente dimagrisce, ma quando i risultati rallentano perde l’entusiasmo ed abbandona.

perchè le diete falliscono e dieta lemme

Ecco non dovete guardare al dottor Lemme dietologo (o meglio farmacista), ma al dottor Lemme psicologo.

Se cercate dottor Lemme wikipedia scoprirete che ha due figli, è farmacista ed ha 42 anni ha fondato la clinica dimagrante Filosofia Alimentare. È divento famoso facendo dimagrire Briatore e finendo in televisione, dove ormai da anni frequenta Porta a Porta, Matrix, Barbara D’Urso e tutto quello che di peggiore può produrre la televisione Italiana.

Si è caratterizzato come personaggio televisivo per il suo look eccentrico, per le continue discussioni, polemiche e la sua sfacciataggine. Ma vediamo di scoprire come funziona e se funziona la sua dieta.

Dieta Dottor Lemme

Se volete scoprire come si fa la dieta del dottor Lemme dovete partire dai suoi principi, visto che non esiste una vera e propria dieta. Lemme sente telefonicamente personalmente ognuno dei suoi clienti, pure noi ci siamo fatti seguire diversi mesi, ogni giorno la persona scopre cosa dovrà mangiare nelle 24-48h seguenti.

Non esiste pertanto una dieta Lemme completa o una dieta Lemme gratis, come dicevamo esistono i suoi principi:

  1. Le calorie non contano (e te pareva, conoscete un inventore di qualche dieta che sostiene l’opposto?)
  2. L’insulina fa ingrassare non i grassi
  3. La frutta e verdura fanno ingrassare perché contengono zuccheri semplici che stimolano l’insulina
  4. Il sale fa ingrassare
  5. L’orario dei pasti è fondamentale
  6. Dissociare i cibi è importante
  7. L’attività fisica fa ingrassare

Ora il bello è che tutti questi punti funzionano per dimagrire ma solo se ci credete. Quindi avete due possibilità, pillola rossa o pillola blu.
Potete smettere di leggere facendo si che questi punti funzionino, oppure potete continuare ad informarvi, ma la verità vi toglierà i benefici psicologici della dieta Lemme.

Dieta Dottor Lemme funziona solo se non conosci

Come abbiamo scritto all’inizio le diete falliscono per motivi psicologici. Più una persona è convinta più aderisce al piano alimentare e dimagrisce. Tuttavia se state ancora leggendo volete conoscere la verità.

  1. Le calorie non contano! FALSO
    Lemme sostiene che puoi mangiare quanto vuoi e non ingrassare, peccato che vincola l’assunzione del cibo in determinati orari. Potete mangiare quante orate volete ma solo quelle dalle 19.00 alle 20.00. Quante orate potrete mai mangiare?
    Potete mangiare quanta pasta senza sale e non condita volte dalle 7.00 alle 8.00. Vi dovrete così alzare presto fare la pasta insipida. Quanta ne mangierete?
    Ipoteticamente potrete mangiare a scoppiare, praticamente mangerete meno.
    le calorie sono un bufala secondo alberico lemme
  2. L’insulina fa ingrassare non i grassi
    Falso i grassi si depositano negli adipociti anche in assenza d’insulina. Tant’è che alla televisione Alberico Lemme sostiene che puoi mangiare quanto burro ed olio vuoi, ma poi nella pratica i condimenti sono limitati.
    l'insulina fa ingrassare secondo filosofia alimentare di lemme
  3. La frutta e verdura fanno ingrassare perché contengono zuccheri semplici che stimolano l’insulina.
    Ovviamente è falso. La frutta ha calorie che vanno conteggiate, tutto qui. Abbiamo sempre fatto presente che in un piano dimagrante per una donna, se il deficit giornaliero è di 300kcal, basta aggiungere una mela per impiegare più di un mese per perdere peso.
    la frutta fa ingrassare
  4. Il sale fa ingrassare
    Le persone assumono troppo sale che aumenta l’appetibilità dei cibi. Tuttavia anche non usare il sale non aiuta con la ritenzione idrica. Va dosato in modo corretto senza esagerare ma neanche senza escluderlo.
    il sale fa ingrassare per la dieta del dottor lemme
  5. L’orario dei pasti è importante
    È importante se avete difficoltà a regolarvi col cibo. Se potete assumere cibo solo in orari improbabili, eviterete di mangiare nei momenti della giornata dove vi concedete porzioni più abbondati. Mangereste di più alle 5.00 del mattino o alle 20.00?
    dotor lemme ed orario dei pasti
  6. Dissociare i cibi è importante
    Anche qui mangiare solo un alimento fa si che ci stufiamo prima ed introduciamo meno calorie. A parità di calorie non cambia niente. La dissociazione riguarda più l’appetibilità del cibo e la sazietà, che processi biochimici di dimagrimento.
    spaghetti e costine di maiale secondo lemme non fanno ingrassare
  7. L’attività fisica fa ingrassare
    Vero se poi abbiamo più fame e mangiamo di più. Lemme sostiene che l’acido lattico viene riconvertito nel fegato in glucosio attraverso il ciclo di Cori. Il glucosio stimola l’insulina. Falso. La conversione in glucosio è modesta e la sensibilità insulinica alta post esercizio fa si che le cellule captino il glucosio con valori basali d’insulina. L’attività fisica crea un deficit energetico. Se a fine giornata rimaniamo in deficit dimagriamo. Fine.
    l'attività fisica fa ingrassare

Esempio di una possibile dieta Lemme PDF fase di dimagrimento

Dieta Lemme PDF

Ogni piatto non ha porzioni e si può mangiare a volontà ma solo quello.

Lunedì (giorno chetogenico) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: tacchino
PRANZO: filetto di manzo
CENA: pesce spada

Martedì (giorno chetogenico) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: costine di maiale
PRANZO: filetto di manzo o altro taglio di carne magra
CENA: sogliola

Mercoledì (pasto di ricarica glucidica) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: pasta olio e peperoncino
PRANZO: petto di pollo
CENA: sogliola

Giovedì (giorno chetogenico) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: carciofi o altre verdure
PRANZO: fiorentina o altro taglio di carne rossa
CENA: orata

Venerdì (giorno chetogenico) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: fesa di tacchino
PRANZO: petto di pollo
CENA: sogliola

Sabato (giorno chetogenico) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: fragole
PRANZO: filetto di vitello
CENA: orata o branzino

Domenica (pasto di ricarica glucidica o lipidica) ogni pasto si conclude col caffè
COLAZIONE: pasta olio e peperoncino altrimenti una colazione come gli altri giorni se a cena mangeremo grasso
PRANZO:petto di pollo
CENA: piatto ricco di grassi anche fritti oppure sogliola se abbiamo mangiato la pasta al mattino

Considerazioni finali su un possibile esempio di dieta Lemme 
Si tratta di una dieta ad libitum (dove si mangia a sazietà) caratterizzata da cibi sazianti a bassa densità energetica. Mediamente due volte a settimana si fa una piccola ricarica glucidica con la pasta ed una ricarica lipidica con i fritti.
Essendo pasti sporadici il corpo tenderà a stoccare i carboidrati e grassi nei muscoli.
Questa proposta di dieta Lemma è possibile catalogarla come una dieta chetogenica ciclica.

Funziona? Assolutamente si perché facilmente porta in ipocalorica. Rimane tuttavia una dieta sbilanciata.

Dottor Lemme opinioni finali

Lemme è un genio, perché ha capito che ai giorni nostri non devi puntare sulla sostanza ma sull’apparenza. La sua dieta a livello biochimico e fisiologico è tutta sbagliata, ma poi dimagrisci uguale, perché aderendo, senza renderti conto, mangi meno calorie.

Probabilmente, al contrario di quanto sostiene, passerà alla storia più come psicologo che come dietista.

 

 

Approfondisci le conoscenze su "Diete" con:

In offerta!
Project Diet Vol.1-2

Project Diet Vol.1-2

Valutato 4.36 su 5

Tutte le diete del mondo in un unico libro (anzi 2)

 73,80  69,90 Add to cart
Project Nutrition

Project Nutrition

Valutato 4.57 su 5

Libro sull’alimentazione

 36,90 Aggiungi al carrello

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy