Ananas: calorie, valori nutrizionali e proprietà

Ananas: calorie, valori nutrizionali e proprietà

L’ananas è un frutto tropicale di origine sudamericana dove veniva regolarmente assunto delle popolazioni autoctone (Maya, Atzechi e Incas). Le prime coltivazioni in Europa iniziano nel XVIII secolo, ma la sua produzione su larga scala trova oggi il giusto clima nelle isole dell’oceano pacifico e nei tropici. È ormai un frutto molto comune nelle nostre tavole e si consuma spesso anche nella versione in scatola e sciroppato.

Vediamo così di scoprire le calorie, proprietà e valori nutrizionali dell’ananas.

Calorie ananas

A livello di calorie e macronutrienti non è molto diverso dalla più nostrana mela.

Prodotto su 100gAnanasMela
Kcal40-4538-52
Carboidrati10-11,813
Zuccheri8,3-1011,2
Proteine0,60,3
Grassi0,10,2
Fibre1,41,6

Fonte dati: USDA

Considerando che una fetta pesa mediamente poco meno di 100 grammi, due fette sono, approssimando, l’equivalente calorico di una mela medio–grossa. L’ananas così è un frutto calorico nella media, possiamo mangiarlo tranquillamente, senza comunque esagerare. Attenzione alla variante sciroppata dove invece i valori nutrizionali cambiano:

Ananas sciroppato100g di prodotto
Kcal64
Carboidrati16,6
Zuccheri16,6
Proteine0,5
Grassi0,0
Fibre0,7

L’ananas sciroppato è più calorico in media del 50%, ha più zuccheri semplici e meno fibre. Da questo punto di vista se dobbiamo scegliere meglio al naturale, ma anche mangiarlo ogni tanto non è comunque un problema (stiamo parlando di 64kcal/100g con 5-6g di zuccheri aggiunti ogni 100g).

ananas calorie

Proprietà nutrizionali dell’ananas

Anche dal punto di vista dei micronutrienti è in linea con la maggior parte dei frutti: ha un ottimo rapporto sodio/potassio, apporta una buona dose di Manganese ed è ricco di Vitamina C (acido ascorbico), con un quantitativo di quest’ultima che in alcune varietà raggiunge i 65 mg/100g, addirittura più delle arance (il valore medio è sui 20 mg/100g). Non a caso l’ananas venne impiegato nell’800 per la prevenzione dello scorbuto.

Doveroso spendere due parole anche per l’ananas tagliato a fette e pronto al consumo perché stiamo parlando del frutto in scatola più consumato al mondo.
Se ci riferiamo alla versione “al naturale”, l’apporto calorico e di nutrienti energetici è ovviamente il medesimo; tuttavia avremo una forte perdita di Vitamina C, la quale da buon antiossidante quale è…si ossida.

Le versioni sciroppate e quelle in succo di ananas, invece, oltre alla perdita nutrizionale di Vitamina C, avranno un quantitativo decisamente maggiore di zuccheri. Da considerare più come dessert che come frutto.

Ananas e Bromelina

ananas bromelina

L’aspetto che catalizza il pubblico interesse riguarda, però, la presenza di un composto estraibile chiamato Bromelina.
La Bromelina è contenuta, con una composizione leggermente diversa, sia nella polpa che nel gambo ma quella più studiata ed utilizzata merceologicamente è quella del gambo, dove è anche più concentrata.  Spesso definita come enzima proteolitico, si tratta in realtà di una miscela dove, oltre alle proteasi, che in effetti sono il componente principale, vi sono fosfatasi, glucosidasi, perossidasi ed altri composti biologicamente attivi.

Per motivi non ancora del tutto compresi la bromelina può essere assorbita nell’intestino, bypassando digestione gastrica e duodenale. I potenziali effetti benefici sono, quindi, a due livelli: gastrointestinale e sistemico. Nello stomaco sarebbe di supporto per la digestione proteica grazie alle proteasi, mentre a livello sistemico i potenziali benefici sarebbero molti, dall’azione antiinfiammatoria a quella decongestionante nasale arrivando persino a benefici per il sistema immunitario.

“Potenziali” perché, sebbene gli studi effettuati sino ad ora siano incoraggianti (spesso purtroppo con bassa validità interna), mancano studi su larga scala per verificare in maniera rigorosa la presunta efficacia e le eventuali modalità di assunzione.
N.B. gli studi suddetti si riferiscono alla supplementazione diretta di Bromelina, non al consumo di Ananas.

Non c’è correlazione tra bromelina e lipolisi, tuttavia esiste uno studio, uno solo, in vitro, dove la bromelina attivata si è dimostrata in grado di diminuire l’accumulo di trigliceridi negli adipociti. Interessante, suggestivo, ma lontanissimo da un utilizzo pratico. Ricordiamoci quindi che l’ananas non fa dimagrire!

Ultimo punto: il potere “dolcificante” dell’ananas è sul liquido seminale.
Nell’ananas sono, in effetti, presenti alcuni composti volatili che potrebbero contribuire al “flavour” ma, incredibilmente, non sono mai stati condotti trial clinici per indagare la questione.

Approfondisci le conoscenze su "Alimenti" con:

In offerta!
Project Diet Vol.1-2

Project Diet Vol.1-2

Tutte le diete del mondo in un unico libro (anzi 2)

 73,80  69,90 Aggiungi al carrello
Project Nutrition

Project Nutrition

Libro sull’alimentazione

 36,90 Aggiungi al carrello
Gabriele Fasulo

Gabriele Fasulo

Dietista, studente alla magistrale in Alimentazione e nutrizione umana presso la Facoltà di Scienze Agrarie ed alimentari (interfacoltà con Medicina e Chirurgia) di Milano. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy