L’allenamento (eccessivo) non fa dimagrire

L’allenamento (eccessivo) non fa dimagrire

Avete presente quelle persone che vanno in palestra tutti i giorni, sudano si impegnano, ma poi sono sempre uguali? Com’è possibile? Ci sono addirittura insegnanti di aerobica, Zumba, spinning ciccioni. Ma queste attività non dovrebbero essere “l’ideale” per perdere?

Cerchiamo di capire perché l’allenamento (eccessivo) non fa dimagrire.

Contrariamente a quanto potremmo pensare non sempre più è meglio, anzi. Soprattutto se il più è intenso a livello quantitativo e non a livello qualitativo. L’attività fisica può alzare o abbassare il metabolismo. Ne avevamo già parlato in questo articolo (leggi per approfondire: l’allenamento abbassa il metabolismo). Riassumendo il training funziona come una curva gaussiana.

curva allenamento stress

Fare attività fisica ha un’influenza positiva sul metabolismo, eccedere invece lo deprime. L’organismo che si accorge di consumare molte calorie quotidianamente, mette in atto tutte le strategie di risparmio energetico.

Cortisolo ed allenamento

cortisolo ed allenamento

Quando ci alleniamo imponiamo uno stress al nostro organismo. Se i parametri allenanti sono corretti, lo stress viene ben compensato e l’organismo attua una risposta adeguata. Allenamenti molto prolungati (oltre le 2h non 60′) ma soprattutto molto frequenti, aumentano la fatica cronica dell’organismo. Questo fa aumentare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

Che cosa succede con livelli cronici alti di cortisolo

  • aumenta la pressione sanguigna, i capillari del grasso ostinato sono meno irrorati
  • aumenta la glicemia a digiuno, aumenta l’insulina basale, si spegna l’effetto dimagrante delle catecolamine
  • aumenta la ritenzione idrica a causa dell’alterazione del sodio e del potassio intra ed extracellulare

Praticamente abbiamo una situazione ormonale che rema contro il dimagrimento. Le cellule adipose, se perdono trigliceridi, si riempiono d’acqua ed il dimagrimento sembra stallare.

Cortisolo e alimentazione

cortisolo e alimentazione

Quando mangiamo seguendo il nostro fabbisogno non creiamo nessuno stress all’organismo, quello che gli serve gli diamo. Ma quando ci mettiamo a dieta le cose si complicano. Il deficit calorico è visto come uno stress dall’organismo, più è alto questo deficit, più è protratto nel tempo e più il cortisolo tende a salire. Portando ai medesimi effetti che abbiamo visto sopra.

Per questo raccomandiamo sempre di:

  • tenere un deficit calorico basso (dobbiamo perdere dallo 0,5-1% del nostro peso a settimana, non di più)
  • fare almeno due ricariche a settimana
  • ogni 4-6 settimane fare 1-2 settimane d’alimentazione normocalorica

L’allenamento non fa dimagrire perché le persone sbagliano

allenamento non fa dimagrire

La gestione dello stress quando ci mettiamo a dieta E’ FONDAMENTALE. Per questo bisogna stare ben attenti a non cadere nell’errore di voler fare più attività fisica, per bruciare di più e per dimagrire più velocemente.

3-4 allenamenti a settimana sono più che sufficienti per arrivare ad una % di grasso corporeo invidiabile. 

Se il dimagrimento si è bloccato dovete controllare se:

  • dormite poco e siete stressati
  • state mangiando troppo poco
  • vi state allenando troppo

Dimagrire è come pescare alla lenza. Se mollate troppo il filo il pesce si nasconde sotto ad un sasso, se tirate troppo la tensione la spezza.

In medio stat virtus

Ultimo consiglio, di solito chi si allena troppo è perché non si allena bene e non raggiunge quelle intensità che richiederebbero più giorni di recupero. In pochi e solo ad alti livelli, possono allenarsi tutti i giorni in modo proficuo. Di solito, per paradosso, “allenarsi” sempre e solo una scusa per non farsi mai seriamente il culo.

Approfondisci le conoscenze su "Scheda palestra" con:

Project Bodybuilding

Project Bodybuilding

Il manuale sulla ricomposizione corporea

 39,90 Aggiungi al carrello
In offerta!
Project Exercise Vol. 1-2

Project Exercise Vol. 1-2

I libri sulla biomeccanica degli esercizi

 73,80  69,90 Aggiungi al carrello
Andrea Biasci

Andrea Biasci

Professore universitario a contratto all'università Statale di Milano. Fondatore del Project inVictus. Maggiori informazioni

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione.

Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy